Archive for marzo 12, 2013

il metodo SCS , Strain CounterStrain

Lo Studio COTI è fiero di aggiungere al proprio corredo professionale la metodica SCS, Strain Counterstrain.
Considerata a livello mondiale come una delle metodiche più importanti della scuola Osteopatica Americana finalmente arriva in Italia nella sua forma originale e certificata dall’Accadedia, Jones Institute Europe, con gli Stati Uniti.
I vantaggi apportati da questo metodo sono tanti e agendo come processo di riprogrammazione neurologica di circuiti motori “bloccati” riesce ad inserirsi e affiancarsi perfettamente con i principi della scuola posturale francese, come il metodo di manipolazione Mézières o con la Riprogrammazione Posturale Globale di Bricot.
La metodica consiste nell’individuazione di punti dolorosi e tesi sul nostro corpo, i TENDER POINT, che sono manifestazioni di una disfunzione neurologica.
I TP sono piccole superfici di tessuto doloroso ed edematoso.
Opportunamente individuati ci forniscono informazioni sulla patogenesi e una via di trattamento per liberare le zone in disfunzione.
Il trattamento è solitamente indolore, atraumatico e rapido.
Le indicazioni per un trattamento SCS sono varie, possono essere trattate sia patologie croniche che acute, sia bambini che persone anziane, soggetti nel post operatorio o affetti da osteporosi.